COSA FARE : ATTIVITÀ SPORTIVE

Il golfo di Oristano, oltre ad ospitare l’attrezzato porto turistico di Torregramde, è punto di partenza e luogo ideale per la pratica di vari sport acquatici, come il surf, il windsurf e il kitesurf.

 

Tutte queste discipline sono favorite dalla presenza del maestrale, che soffia sulle coste dell’oristanese in modo pressochè continuo.

 

San Giovanni di Sinis, Putzu Idu e Torregrande sono alcuni luoghi straordinari per cimentarsi in questi sport, anche grazie a diversi centri, attrezzati con tavole e vele, che organizzano corsi individuali o collettivi per i meno esperti.

CENTRO SPORTIVO SULLA SPIAGGIA DI TORREGRANDE

Il Centro Sportivo Eolo organizza corsi di windsurf, catamarani, vela e stand up paddle; è attrezzato con campi per praticare beach tennis e beach volley, e organizza tornei, manifestazioni sportive nazionali e internazionali.

È inoltre un punto ristoro che offre servizi per la spiaggia e per l’accoglienza dei bambini.

Sito web: www.eolowindsurf.com

TURISMO NATURALISTICO NELLA PENISOLA DEL SINIS

ALEA Ricerca & Ambiente organizza escursioni giornaliere, visite guidate, tour personalizzati alla scoperta della penisola del Sinis e dell’oristanese. Scopri come personalizzare il tuo tour e la tua vacanza nella penisola del Sinis.

Per info e prenotazioni: Email: tour@aleambiente.it     Web: www.aleambiente.it

DIVING

Il diving (immersione con le bombole) è un’altra attività molto praticata lungo le coste occidentali della Sardegna, caratterizzate da mare cristallino e ricchi fondali. Con le bombole per l’immersione o semplicemente con maschera e pinne (snorkeling), si possono visitare ambienti sottomarini di rara bellezza.

 

Numerosi i Diving Center nei quali noleggiare le attrezzature per partecipare alle immersioni o seguire veri e proprio corsi per ottenere i brevetti subacquei.

BIKE

La costa centro-occidentale dell’isola, grazie alle sue bellezze naturalistiche e alle favorevoli condizioni climatiche, è scenario ideale per gli amanti dello sport all’aria apera.

 

L’area del Sinis è meta di turisti e sportivi che, spinti dalla passione per la natura incontaminata, praticano lunghe pedalate in mountain bike.

TREKKING

Gli amanti del trekking possono percorrere itinerari suggestivi quali i sentieri di Laconi, della Giara e dell’Ossidiana, Capo Mannu, Barigadu, Columbargia e Managu, ma anche attraverso i massicci vulcanici del Montiferru o del Monte Arci, nonché lungo le falesie del Sinis a picco sul mare. È possibile reperire tutte le notizie storiche, paesaggistiche e artistiche sul territorio della provincia presso i centri che si occupano di organizzare le escursioni.

ARRAMPICATA

Sulle ripide falesie basaltiche del Monte Arci si può inoltre praticare il climbing (l’arrampicata), che discende dall’alpinismo e consiste e consiste nello scalare il costone roccioso per puro esercizio e divertimento, senza l’utilizzo di mezzi artificiali che potrebbero causare danni alle pareti naturali.

 

La località di Cornus, a Santa Caterina di Pittinuri, con le sue scogliere di roccia calcarea e Samugheo sono altri luoghi frequentati abitualmente da arrampicatori.

IPPO-TREKKING

La Sardegna, da sempre terra di cavalli e cavalieri, vanta grandi tradizioni anche nel campo dell’equitazione.

 

Il cavallo è parte integrante della storia e della cultura isolana e questa passione è ancora più sentita nell’oristanese, dove da sempre si svolgono sagre, feste e giostre nelle quali il cavallo è protagonista.

 

Non potevano quindi mancare progetti per la pratica del turismo equestre, sport conosciuto anche come ippo-trekking, che si svolge all’aria aperta, in spiaggia, in pineta o sui monti.

 

Nel territorio di Bosa, Scano Montiferro, Ghilarza, Abbasanta, Bonarcado, Paulilatino, San Vero Milis, Putzuidu, Siamaggiore, Santa Giusta e Arborea sono presenti centri ippici e maneggi specializzati per gli amanti di questo sport.

BIRDWATCHING

Gli appassionati di birdwatching possono invece ammirare, nei 6000 ettari di stagni della provincia, particolari specie di uccelli come il raro pollo sultano, l’airone rosso e il germano reale.

 

La presenza più caratteristica è quella dei fenicotteri rosa che nel periodo da ottobre a maggio popolano le lagune cibandosi di piccoli crostacei che vivono negli stagni.

GOLF

Il territorio di quesa parte della Sardegna è ideale per il gioco del golf. Il clima favorevole, unito all’ideale morfologia del suolo e alla presenza di strutture e impianti di qualità, attira ogni anno un numero crescente di appassionati.

PESCA

Nell’oristanese, estremamente ricco in quanto a patrimonio marino e costiero, è inoltre offerta la possibilità a turisti e semplici amanti del mare di partecipare ad attività di pesca.

 

Gli operatori del settore mettono a disposizione dei visitatori le proprie imbarcazioni e svolgono attività turistiche e ricreative come escursioni lungo le coste (con partenza da Putzuidu, Torregrande e Marcedì), pesca sportiva, osservazione di attività di pesca tradizionale e degustazione di piatti a base di pesce fresco.

MOTOCICLISMO

Le strade di questa parte della Sardegna sono una delle mete preferite del turismo motociclistico, come dimostrano i numerosi motoclub della zona, che organizzano gare e motoraduni nazionali e internazionali per gli appassionati delle varie specialità.

 

Gli amanti dei motori e della velocità possono altresì fruire di ben tre circuiti di cart e supermotard rispettivamente presenti a Abbasanta, Tramatza e Arborea.